caserta bovini tubercolosi venduti

Tre bovini affetti da tubercolosi destinati a una macelleria di Benevento. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri a Casola, frazione di Caserta. A finire nei guai il proprietario dei bovini che aveva deciso di vendere gli animali e il titolare della macelleria a cui i capi di bestiame erano destinati.

Caserta, bovini affetti da tubercolosi destinati a una macelleria: la scoperta dei carabinieri

A fare la scoperta i carabinieri della stazione Forestale. I militari hanno sorpreso due uomini intenti a caricare i quadrupedi sull’autocarro. Subito dopo gli accertamenti effettuati dai veterinari dell’Asl di Caserta, è emerso che i capi caricati sul mezzo non erano quelli indicati sulla bolla di accompagnamento.

In particolare, uno dei bovini destinati alla macelleria è risultato far parte di una mandria affetta da tubercolosi bovina, oggetto di ordinanza di abbattimento totale emanata dall’Asl nel 2020. Degli altri due capi, invece, non è stato possibile stabilirne la certa identificazione. Il sospetto, però, è che anche questi ultimi provenissero dalla mandria da abbattere. I tre animali sono stati sottoposti a sequestro sanitario, così come il camion usato per il trasporto. Gli investigatori adesso vogliono accertare se già in precedenza animali infetti o malati da abbattere siano stati venduti per la macellazione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it