smartphone picchia moglie caivano

La colpisce con lo smartphone. Il telefonino diventa un’arma nelle mani di un marito violento arrestato per lesioni e maltrattamenti ai danni della moglie. A finire in manette un 40enne di Caivano già noto alle forze dell’ordine.

Telefonata anonima, 40enne picchia la fidanzata con lo smartphone: arrestato

L’ennesimo episodio di violenza tra le mura domestiche è avvenuto ieri sera, a Caivano, città a nord di Napoli. Al culmine di una lite, il 40enne si scaglia contro la consorte e comincia a colpirla con lo smartphone, su viso e sul corpo, davanti agli occhi della figlioletta. A far scattare l’intervento dei carabinieri della locale Compagnia una segnalazione anonima che dice «la sta ammazzando di botte».

La ricostruzione

I militari sentono le urla provenire dal terzo piano e riescono a bloccare l’aggressore. I carabinieri ricostruiscono anche quanto accaduto tra le mura dell’appartamento. Dagli accertamenti emerge che l’uomo ha impugnato lo smartphone e ha colpito la moglie alla testa e al volto fino a distruggerlo. Poi l’ha presa a botte.  L’uomo è stato arrestato per minacce, lesione personale e maltrattamenti mentre la donna se la caverà con qualche livido. La vittima ha infine raccontato la storia di abusi e violenze subite negli uffici della caserma di Caivano.

continua a leggere su Teleclubitalia.it