asse mediano autovelox sanzioni

Sono stati attivati il 25 luglio i nuovi autovelox sull’Asse Mediano ma sono già finiti al centro delle polemiche. Tanti gli automobilisti confusi da un limite di velocità considerato troppo basso. Altro nodo irrisolto è quello della cartellonistica: per molti è poco chiara e non dà sufficiente preavviso agli utenti della strada. Ma al netto delle critiche, il Codice della strada prevede sanzioni gravissime in caso di infrazione.

Autovelox sull’Asse Mediano, le regole da rispettare

Il dispositivo elettronico è stato installato in tre punti. Nel tratto ricompreso tra le uscite di Aversa Nord/San Marcellino e Aversa Sud/Lusciano (km 43+864 e km 43+940), in entrambi i sensi di marcia, e poi sulla statale 333 in direzione Castel Volturno. Il limite di velocità imposto è di 60 chilometri orari. Si tratta di un limite anomalo: l’asse mediano, infatti, è una strada extraurbana a due corsie. Secondo il codice della strada, i limiti di velocità dovrebbero essere di 90 o 110 km/h. 

Se solleva dubbi e perplessità il limite di velocità imposto sul tratto di competenza della Provincia di Caserta, chiare invece sono le sanzioni previste dalla legge. Infrangere il limite significa infatti rischiare una sanzione da 42 a 173 euro, qualora lo scarto sia di non più di 10 Km/h. L’importo della multa dell’autovelox aumenta con l’incremento dell’eccesso di velocità. Se infatti tale soglia va da 10 a 40 Km/h oltre il limite consentito, la multa pecuniaria può andare da 173 a 695 euro.

Per eccessi di velocità più elevati di oltre 40 Km/h, ma inferiori a 60 Km/h, la sanzione è compresa tra 544 e 2.174 euro. Oltre questa soglia, quindi in caso di eccesso di velocità oltre 60 Km/h in più rispetto al limite e alla tolleranza, la multa dell’autovelox con tolleranza prevede un’ammenda da 847 euro, la quale può arrivare fino a un massimo di 3.389 euro.

Decurtazioni di punti patente: c’è anche la sospensione

Sanzione accessoria prevista è ovviamente quella della decurtazione dei punti patente. La misura è esclusa soltanto in caso di eccesso dei limiti di velocità entro 10 Km/h. Se il superamento è oltre 10 Km/h ma entro 40 Km/h, vengono sottratti 3 punti alla patente, i quali nell’intervallo compreso da 40 a 60 Km/h in più del permesso diventano 6 punti. Con una velocità superiore di oltre 60 Km/h il consentito, comportamento che se rilevato prevede la decurtazione di 10 punti e la sospensione diretta della patente da un minimo di 6 mesi fino a un massimo di 1 anno. Effettuando due volte questa infrazione in un periodo di 2 anni, il rischio è la revoca immediata dell’abilitazione, mentre ricevendo due infrazioni nella soglia 40-60 Km/h nello stesso lasso di tempo la pena è la sospensione della patente da 8 a 18 mesi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it