liguria allerta rossa autostrada a6 scuole chiuse

Liguria. Forte ondata di maltempo in arrivo su Genova e su tutta la Liguria. Anche la Protezione Civile Regionale ha diramato un’ALLERTA ROSSA per fenomeni estremi su tutto il territorio entro il fine settimana.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, è confermato che nel corso della giornata di venerdì 20 dicembre il transito di un intenso sistema temporalesco, associato ad una depressione di origine Atlantica, determinerà fin dal mattino piogge diffuse di intensità forte o molto forte con cumulate fino a molto elevate.

Allerta rossa Liguria, chiuse scuole e autostrasa

Le misure di sicurezza paralizzeranno il territorio: da oggi alle 8 sarà chiusa l’autostrada A6, tra Savona e Altare, nel tratto minacciato dalla frana che ha fatto crollare il viadotto Madonna del Monte. Chiuse tutte le scuole (ma non a Cogorno e Zoagli, i dettagli qui sotto), i lavoratori dei porti di Genova e Savona sciopereranno. L’allerta rossa nel levante ligure durerà fino a mezzanotte, mentre a Genova diventerà arancione dalle 21 in poi.

Per quanto riguarda il trasporto ferroviario Trenitalia ha disposto di ridurre la velocità dei treni a 30 km/h tra Genova Borzoli – Prasco con riduzione del 25% dei collegamenti (e allungementi dei tempi di viaggio di circa un’ora) e precauzionale sospensione della circolazione tra Prasco e Acqui Terme (sarà attivato un servizio bus sostitutivo). Disposta anche la riduzione della velocità a 50 km/h sulla linea Savona – San Giuseppe con allungamenti sui tempi di viaggio di 10 minuti e riduzione dei collegamenti del 20%. Saranno previsti bus nelle stazioni di Genova, Savona, Imperia e La Spezia per l’eventuale attivazione di servizi sostitutivi, in base all’evolversi delle condizioni metereologiche.

Allerta rossa Liguria, la situazione
«La perturbazione sarà molto intensa e interesserà la Liguria per tutta la giornata. Per questo, la nostra raccomandazione è di osservare la massima prudenza», dice il governatore Giovanni Toti.

«Sarà un fenomeno molto violento, inutile girarci intorno – spiega anche l’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone – Ci aspettiamo che possano cadere 200 millimetri di pioggia in quattordici ore. Prevediamo anche venti forti e mareggiate. L’aspetto più preoccupante è che tutto questo si abbatterà su un territorio che viene da quarantacinque giorni di allerte meteo, iniziate i primi di ottobre. Temiamo che i corsi d’acqua vadano in sofferenza nel giro di poco tempo». La tempesta perfetta potrebbe verificarsi in un lasso di tempo piuttosto ristretto, «tra le 12 e le 15», continua Giampedrone.
continua a leggere su Teleclubitalia.it