Sono molti i sindaci che hanno optato per la chiusura della scuole dopo che la Protezione civile della Regione Campania ha firmato un’allerta meteo di colore arancione, valevole a partire dalle 8 di domani mattina, mercoledì 3 novembre e fino alle 8 di giovedì 4 novembre.

Allerta meteo arancione in Campania, domani scuole chiuse in provincia di Napoli

A Mugnano, il sindaco Luigi Sarnataro ha firmato un’ordinanza con la quale ha disposto la chiusura di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado per la giornata di domani. La stessa decisione è stata presa anche dal sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi e anche dalla Commissione straordinaria insediata a Marano, la quale ha ordinato anche la chiusura del cimitero e della villa comunale “Ciaurro”.

Scuole chiuse anche a Melito, Arzano, Qualiano, Pozzuoli e Monte di Procida e Villaricca, Sant’Antimo, Casavatore, Afragola, Quarto e Bacoli. Analogo provvedimento è stato varato anche dal sindaco di Casoria, Raffaele Bene, che ha disposto anche la chiusura di cimiteri e parchi pubblici. A Napoli, invece, le scuole restano aperte: il sindaco Gaetano Manfredi ha deciso soltanto di chiudere cimiteri e parchi.

Provincia di Caserta

Anche a Lusciano gli istituti scolastici resteranno chiusi ma a causa della sospensione della fornitura di energia elettrica in alcune strade del comune del Casertano. Il sindaco Nicola Esposito ha emesso un’ordinanza con la quale dispone la chiusura degli edifici della scuola materna, elementare e media di via della Resistenza per la giornata di mercoledì 3 novembre.

L’interruzione di energia elettrica – così come comunicato dall’Enel – ci sarà dalle ore 9 alle 16,30 a causa di alcuni lavori e comporterà una serie di disservizi, compresa la mancanza dell’acqua anche presso i plessi scolastici, con conseguente impossibilità di funzionamento dei servizi igienici.

continua a leggere su Teleclubitalia.it