Questa notte, a Giugliano, i carabinieri della locale compagnia hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e per resistenza a pubblico ufficiale Roberto Turcio, 26enne e, solo per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, Fabio Turcio, 28enne, fratello di Roberto, entrambi residenti a Giugliano in via Carafiello, operai e già noti alle forze dell’ordine.

 

I due sono stati trovati in possesso durante perquisizione domiciliare di ben 700 grammi di marijuana, 200 dei quali già confezionati e pronti per l’eventuale spaccio, e di un bilancino di precisione. Roberto Turcio alla vista degli operanti si è dato a precipitosa fuga a piedi ma e’ stato comunque raggiunto e bloccato. Dopo l’inseguimento, mentre lo bloccava, un maresciallo si è procurato una frattura del 4 distale e diafisi del 5 metacarpo della mano destra guaribili in 25 giorni. gli arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale dioggioreale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it