È finito agli arresti domiciliari Alessio Spaziano, il camionista 25enne fermato lo scorso venedì a Biandrate, in provincia di Novare, per aver investito e ucciso con il suo camion il sindacalita  Adil Belakhdim.

Sindacalista investito e ucciso, camionista casertano finisce ai domiciliari: “Non volevo investire nessuno”

Lo ha deciso il giudice al termine dell’udienza di convalida dell’arresto svoltasi nel carcere di Novara, dopo un lungo interrogatorio.

Spaziano è stato ascoltato dal gip per circa tre ore. Nel corso dell’interrogatorio il camionista casertano ha ricostruito quanto accaduto venerdì mattina, all’ingresso del centro distribuzione Lidl di Biandrate.

Il giovane si è detto più volte dispiaciuto per l’accaduto. Il 25enne ha precisato che non aveva intenzione di investire il sindacalista.    “Il mio assistito ha fornito la massima collaborazione”, ribadisce il suo legale, Gabriele de Juliis. Spaziano è accusato di omicidio stradale e resistenza.

continua a leggere su Teleclubitalia.it