tabella importi assegno unico figli

Da luglio scatta l’assegno unico per i figli. Anche se il sussidio entrerà a pieno regime dal gennaio 2022, è previsto oggi in Consiglio dei Ministri il via libera al decreto legge-ponte che permetterà l’erogazione dell’assegno a partire da questa estate.

Assegno unico per i figli, si parte a luglio

I beneficiari saranno circa 1,8 milioni di famiglie nelle quali sono presenti quasi 3 milioni di figli minori.  In questo periodo anche coloro che non percepiscono assegni al nucleo familiare, ossia autonomi e disoccupati, avranno un beneficio medio di 1.056 euro per nucleo e 674 euro per figlio. Il sussidio spetta per ciascun figlio minore. Due i criteri che moduleranno l’importo: il numero dei figli stessi e la situazione economica della famiglia certificata con l’Isee.

La tabella con i vari importi mensili

Nella tabella allegata al decreto vengono riportati i singoli importi mensili in relazione alla situazione reddituale della famiglia di appartenenza del figlio. Gli scaglioni del reddito variano da cento euro a cento euro. Man mano, l’importo a cui ha diritto la famiglia per ciascun figlio diminusce di circa un euro.

Con un Isee fino a settemila euro, si avrà diritto a un assegno di 167,5 euro a figlio nei nuclei fino a 2 minori, nel caso di tre figli minori l’importo sale a 217,8 euro a figlio per un totale di 653 euro mensili.  Il secondo scaglione di reddito invece è valido tra 7.000 e 7.100 euro, in questo caso un nucleo con due figli minori percepirà 166,4 euro a figlio e quello con tre figli riceverà 216,4 euro a figlio al mese.

Nella fascia di reddito compresa tra 10.000 e 10.100 euro l’assegno sarà pari a 135,1 euro a figlio per i nuclei con 2 figli e 175,6 euro per quelli con tre figli minori. E così man mano a scendere fino a ricevere 30 euro a figlio. Sopra i 50.000 euro di reddito Isee non ci sarà assegno.

  • Isee fino a 7mila euro annui – assegno fino a 167,5 euro a figlio (217,8 euro se i figli sono tre)
  • Isee tra i 7mila e i 7mila e 100 – assegno di 166,5 euro a figlio (216,4 se i figli sono tre)
  • Isee tra i 10mila e i 10mila e 100 euro – assegno di 135, 1 euro per figlio (175,6 per tre figli)
  • Isee tra 40 e 50 mila euro  – assegno scende rispettivamente a 30 o 40 euro ( in presenza di due o tre o più figli)
  • Isee dai 50mila euro in poi – 0 euro

Le maggiorazioni. E come richiedere il bonus

L’importo dell’assegno è sempre maggiorato di 50 euro in caso di figli disabili. Per ottenere l’assegno a partire da luglio è necessario inoltrare domanda all’INPS entro il 30 giugno. Sarà inoltre necessario allegare un proprio ISEE. Vale la pena ricordare che l’assegno unico sarà esente dall’Irpef; compatibile con il reddito di cittadinanza; compatibile con altri aiuti e bonus  erogati da Regioni e Comuni. Al seguente link i requisiti necessari per l’accesso al sussidio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it