denise pipitone milano è lei

Una dichiarazione clamorosa quella lanciata nella giornata di ieri in tv dall’ex procuratore capo di Marsala, Alberto Di Pisa. A 17 anni di distanza il caso di Denise Pipitone continua a far discutere.

Il magistrato che all’epoca si è occupato delle indagini a Storie Italiane, su Rai1, martedì 11 maggio ha dichiarato di essere convinto “al 90 per cento” che la bambina avvistata da una guardia giurata a Milano nel mese di ottobre del 2004 sia proprio la figlia di Piera Maggio.

La dichiarazione

C’è un’intercettazione in cui Jessica Pulizzi afferma di averla portata a casa di qualcuno, quindi si presume che abbia prelevato la bambina. Questo qualcuno si suppone l’abbia consegnata a qualcun altro che successivamente l’ha ceduta ai nomadi. Per me al 90% la bambina vista a Milano è Denise Pipitone per tanti motivi: la somiglianza fisica, il taglio che aveva sulla guancia sinistra e l’accento siciliano”, dice Di Pisa.

La vicenda di Denise è tornata recentemente alla ribalta, prima per la somiglianza con una ragazza, Olesya Rostova, spettacolarizzata dalla tv russa e poi finita in un nulla di fatto. Poi per la riapertura delle indagini per depistaggio e infine con la ragazza nomade intercettata a Scalea, in Calabria.

Tutto ruota intorno alla comunità familiare e di Mazara Del Vallo, tanto che la madre della piccola, Piera Maggio, a Chi l’ha visto ha chiesto che tutte le intercettazioni vengano ascoltate con i strumenti più moderni.“Questo è quello che chiedo e che spero che venga fatto perché lì si parla di Denise, è quello l’oggetto del contendere. Credo che ci siano persone che possano dire cose molto importanti e venire a capo di tutta questa situazione”, aveva detto a Federica Sciarelli. Sperando che chi sa, dopo 17 anni anni, parli.

continua a leggere su Teleclubitalia.it