scuola zona arancione

La Campania è zona arancione dalla prossima settimana. La regione è sotto la soglia critica dei 250 contagi ogni 100mila abitanti per questo può lasciare la zona rossa, durata ben 6 settimane.

L’indice Rt era sopra 1,25 due settimane fa e per essere riclassificati come zona arancione è obbligatoria la “permanenza per quattordici giorni in un livello di rischio o scenario inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive”. Negli ultimi due monitoraggi (9 e 16 aprile) l’Rt è sceso sotto la soglia critica. Non ci sono perciò ostacoli al ritorno in arancione. Tanto più che in Campania siamo sotto la quota d’allarme del 30% dei posti letto occupati in terapia intensiva da malati Covid.

Campania zona arancione, chi torna a scuola

La zona arancione prevede un allentamento delle misure restrittive, la riapertura di determinate attività ma cambiamenti anche per le scuole. Al momento in zona rossa erano rientrati in classe gli studenti fino alla prima media.

Con la zona arancione, le attività didattiche saranno in presenza al 100% fino alla terza classe di scuola secondaria di primo grado. Per la scuola secondaria di secondo grado è confermato lo svolgimento delle attività in presenza dal 50% al 75%, salvo limitazioni locali di specifici comuni che vengono dichiarati zona rossa.

Leggi anche: Riaperture, De Luca in diretta spiega il “piano della Campania” per ristoranti e movida

continua a leggere su Teleclubitalia.it