morto trombosi pietro taurino

È stata eseguita nella tarda mattinata di ieri (19 marzo) l’autopsia sul corpo del maresciallo Pietro Taurino, colpito lunedì scorso da trombosi cerebrale. La procura ha nominato tre esperti che dovranno dare una prima risposta agli interrogativi sollevati dal decesso avvenuto undici giorni dopo la vaccinazione con il siero AstraZeneca.

Morto dopo il vaccino

Il militare, 50 anni, sposato e con figli, è stato dichiarato deceduto mercoledì pomeriggio intorno alle 19, dopo che verso mezzogiorno era stata decretata la morte cerebrale. Il maresciallo Taurino aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca come tutti i suoi colleghi una dozzina di giorni fa. La diagnosi di morte è trombosi del seno venoso cerebrale.

Potrebbe anche interessarti >> De Luca su AstraZeneca: “Ci sono preoccupazioni, ma dobbiamo procedere”

Il militare era stato ricoverato lunedì al Poma dopo che da alcuni giorni soffriva di forti mal di testa. Nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia. La procura di Mantova ha aperto un’inchiesta.

continua a leggere su Teleclubitalia.it