Risponde due di picche il sindaco di Marano Rodolfo Visconti alle richieste della sua stessa maggioranza che nell’ultimo consiglio comunale ha votato – congiuntamente all’opposizione – l’atto di sfiducia al vicensindaco Paolo D’Altiero.

Il primo cittadino nonostante siano 13 i voti favorevoli, 3 gli astenuti (di cui due della lista visconti) e solo 7 contrari alla destituzione di D’Alterio, non è intenzionato nemmeno rimodulazione del numero di deleghe dell’assessore che gestisce da tempo viabilità, trasporti e patrimonio.

La crisi politica però non ruota solo intorno al nome di D’Alterio. Determinante il voto del PD anche per il congelamento della delibera che prevedeva l’affidamento del servizio idrico comunale all’Acquedotti SCPA (un consorzio con proprietà in parte pubblica  e in parte privata). Visconti però dichiara che il suo rapporto con il PD non è concluso.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it