Giugliano e Castel Volturno sono divise dall’aprile 2019 a causa del ponte pericolante che sovrasta la foce del Lago Patria. Questa parte di litorale è spezzata in due ed i collegamenti sono possibili solo percorrendo la circumlago o l’asse mediano, allungando così il percorso di alcuni chilometri. Il comune di Castel Volturno, guidato dal sindaco Petrella, era riuscito a trovare oltre 450mila euro per la messa in sicurezza. Lavori da effettuare in somma urgenza. Da alcuni mesi il progetto si è arenato però a causa di diatribe politiche, come spiegano i cittadini che si sono riuniti nel comitato “Km 42”.

PONTE DI LAGO PATRIA ANCORA CHIUSO

Sul versante di Castel Volturno il paesaggio è spettrale con strade deserte e serrande abbassate. Presto resterà aperto – oltre all’hotel – solo UN bar, l’unica attività commerciale che ancora prova a resistere ma spera di non vedere la terza estate di fila (periodo fondamentale per l’economia del litorale) col ponte ancora chiuso. 

VIDEO:

continua a leggere su Teleclubitalia.it