sicilia morta acqua dei corsari bambina donati organi

Ha il tempo di gridare “Mamma!” e poi si accascia a terra davanti ai suoi genitori. E’ morta così una bambina di appena 9 anni ad Acqua dei Corsari, comune in provincia di Palermo. La piccola – di cui non sono state diffuse le generalità – sarebbe stata stroncata da un improvviso arresto cardiaco.

Palermo, accusa malore e muore davanti ai genitori

La tragedia risale a giovedì scorso, quando la bambina si sarebbe sentita male accasciandosi sul pavimento della cucina sotto gli occhi attoniti di mamma e papà. I familiari hanno subito chiamato i soccorsi e portato la vittima all’ospedale Di Cristina. Tuttavia, nonostante le manovre di rianimazione tentate dai sanitari del 118 e dai medici, la minore non ce l’ha fatta. “Mia nipote – racconta la zia a PalermoToday – non soffriva di alcuna patologia. Una tragedia inspiegabile”.

Sotto choc l’interà comunità del paesino siciliano. “Mercoledì sera – aggiunge la familiare – sono intervenuti i sanitari con l’ambulanza. Hanno provato a lungo a rianimarla, anche mentre la portavano in ospedale. Poi ci hanno riferito che era entrata in coma. L’indomani mattina è arrivata la triste notizia. Mia nipote è stata trasferita nella camera mortuaria del Di Cristina in attesa che venga organizzato il funerale”.

Donati gli organi

Nonostante la tragedia, la famiglia ha avuto la forza di donare gli organi della piccola. Grazie a questo grandissimo gesto di solidarietà e altruismo, tre piccoli saranno salvi grazie al sacrificio della bimba di Acqua dei Corsari. “Ho detto sì perché era un gesto che andava fatto. Abbiamo alleviato il dolore di altri bambini e dei loro genitori. La mia bambina adesso è un angelo che ha dato la gioia”, ha detto la mamma. “Adesso in varie regioni d’Italia – spiegano dal quei bambini hanno una nuova speranza di vita grazie al fegato e ai reni della piccola palermitana”.

Leggi anche: muore a 8 anni, aveva i sintomi del Covid

continua a leggere su Teleclubitalia.it