Napoli. Sigarette di contrabbando provenienti dall’Est Europa e destinate ad essere vendute a Napoli e in provincia. E’ quanto hanno scoperto i finanzieri di Napoli, che hanno eseguito un’ordinanza di misure cautelari nei confronti di 13 indagati.

Napoli, sigarette di contrabbando dall’est Europa: 13 nei guai

Quattro, spiega una nota delle fiamme gialle, i soggetti agli arresti domiciliari e 9 gli obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria.

A questi si aggiungono altre 6 persone nei cui confronti è stato notificato l’avviso della conclusione delle indagini. Gli indagati risultano, a vario titolo, responsabili dell’introduzione, vendita, trasporto, acquisto e detenzione sul territorio campano di tabacchi lavorati esteri.

Leggi anche >> Il rider derubato a Napoli è un 50enne disoccupato: lo scooter era della figlia

Sequestrate quote di 3 società

Le fiamme gialle hanno proceduto anche all’esecuzione di sequestri di quote di 3 società, per la sproporzione tra i redditi regolarmente percepiti e dichiarati ed il reale tenore di vita.

Le attività investigative sono state condotte dai finanzieri della compagnia di Pozzuoli e hanno permesso di documentare l’esistenza di 5 strutture criminali operanti stabilmente e in forma associativa nei Comuni di Quarto, Marano, Melito di Napoli, Mugnano e nel Rione Sanita’ del capoluogo partenopeo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it