rider napoli

Ha 50 anni il rider rapinato due giorni fa del motorino a Napoli. L’uomo, protagonista suo malgrado di una violenta rapina, è disoccupato, come riporta fanpage, e svolge il lavoro di rider proprio per racimolare qualcosa.

Gianni, questo il suo nome, non si è però arreso neppure dopo la brutale rapina subita. Le immagini dell’aggressione hanno turbato per la violenza e brutalità del branco: sei persone a volto coperto che non hanno avuto scrupoli ed anzi gli si sono scagliati contro con particolare efferatezza. Il colpo è avvenuto nella serata del 2 gennaio, ma il video è stato diffuso solo ieri sera, dopo 24 ore. Guarda qui il video. 

Rider rapinato a Napoli

Il motorino rapinato era un regalo per i 18 anni della figlia. La vittima non si è lasciata fermare dalla violenza subita e infatti, dopo aver sporto denuncia al commissariato di Secondigliano, ha preso l’automobile del titolare ed ha ripreso a fare le consegne. Gianni, come mostra il video, nonostante fosse solo contro 6 delinquenti, ha disperatamente lottato in ogni modo per difendere il motorino, e semplicemente continuare a fare il proprio lavoro.

Subito dopo la diffusione del video, in rete è partita una raccolta fondi per ricomprare lo scooter alla vittima. In pochissimo tempo è stata subito raccolta la cifra necessaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it