Una violenta scossa di terremoto con epicentro in Croazia è stata avvertita questa mattina in tutta la Campania. Era da poco passato mezzogiorno quando sui social network è partito il tam-tam di un sisma tra Napoli, Caserta e la provincia di Salerno.

Trema anche la Campania, devastante scossa in Croazia avvertita in tutta Italia

In un primo momento si è diffusa la convinzione che un’altra scossa, con epicentro i Campi Flegrei, avesse colpito la provincia di Napoli. Poi la smentita dell’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia): un forte sisma di magnitudo 6.4 dalla Croazia si è propagato in tutto il Nord-Est dell’Italia, sull’Adriatico, fino al Lazio e alla Campania. In quest’ultima regione la scossa di terremoto è stata avvertita tra Pozzuoli e i quartieri partenopei di Agnano, Bagnoli, Pianura e Fuorigrotta. Ma anche nel Casertano e nell’agro nocerino-sarnese. Segnalazioni sono giunte da Aversa e da Caserta.

Terremoto in Croazia

I sismografi dell’Ingv hanno confermato un evento tellurico di magnitudo di 6.4. L’epicentro a Petrinja, un centro urbano a 50 chilometri a sud della capitale Zagabria. Il sisma ha provocato il crollo di interi edifici, tra cui il centro storico di Petrinja e un asilo nido. Al momento i morti accertati sono pochi ma i soccorritori scavano tra le macerie. Si teme un’ecatombe. Il quotidiano croato Jutarnji al momento parla di “scene drammatiche” nella città, mentre sono state attivate le sirene d’allarme anche a Zagabria, Migliaia di persone si sono riversate in strada temendo ulteriori scosse.

Scossa a Pozzuoli

Soltanto ieri mattina, intorno alle 9, i sismografi avevano localizzato una scossa di magnitudo 2.6 con epicentro a Pozzuoli che ha fatto tremare la stessa zona. L’evento tellurico è durato alcuni secondi ed è stata di particolare intensità. Un’altra scossa è stata avvertita anche dopo la mezzanotte nell’area flegrea, per fortuna di lieve intensità.

continua a leggere su Teleclubitalia.it