Non ce l’ha fatta Michela Pascarosa, la 40enne di Atripalda (Avellino) rimasta coinvolta in un incidente in ambulanza. La giovane martedì mattina viaggiava sul mezzo del 118 alla direzione dell’ospedale Moscati di Avellino dopo aver accusato un malore. Il veicolo però si è scontrato con un’utilitaria e Michela sarebbe morta per le ferite riportate nel sinistro.

Campania, incidente tra ambulanza e utilitaria: muore paziente di 40 anni

Come riporta il Mattino, la 40enne è spirata mercoledì allo stesso nosocomio irpino. Per chiarire le cause del decesso la Procura di Avellino ha disposto l’autopsia sullla salma di Michela. L’esame autoptico si svolgerà nella giornata di oggi presso la struttura ospedaliera. Escluso sin da subito il Covid-19, a cui la donna è risultata negativa.

Il pubblico ministero, coadiuvato dai Carabinieri della Stazione di Atripalda, ha dispoto anche il sequestro dell’ambulanza sulla quale viaggiava a bordo la giovane e dell’auto che ha impattato nel mezzo di soccorso. Dopo il decesso della 40enne ora si potrebbe complicare la posizione del conducente dell’utilitaria. L’uomo potrebbe infatti rispondere di omicidio colposo.

La tragedia sì è consumata martedì mattina quando intorno alle ore 9.30 una Fiat Panda proveniente da via San Lorenzo nell’imboccare l’incrocio per proseguire verso il centro ha travolto l’ambulanza della locale Confraternita della Misericordia proveniente da via Roma in urgenza con a bordo la giovane paziente. Un impatto violentissimo e una scena terribile sotto gli occhi dei genitori della 40enne che viaggiavano a bordo della propria auto dietro l’autombulanza per accompagnare così la propria figlia che stava male in ospedale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it