messa natale anticipata

Sarà anticipata la messa di Natale a San Pietro. Il Papa ha deciso di anticipare questa celebrazione alle 19,30 per fare in modo che coloro che vi prenderanno parte possano tornare a casa prima del coprifuoco fissato, come si sa, alle ore 22.

La notifica dell’orario di una delle più sentite celebrazioni dell’anno è circolata in questi giorni in Vaticano e dovrebbe essere resa nota a breve. Naturalmente il rito verrà trasmesso in diretta streaming in tutto il mondo dai canali di comunicazione d’Oltretevere. Anche in passato la messa di mezzanotte era stata programmata – per comodità dei pontefici – in anticipo di qualche ora, solitamente attorno alle 22.

Messa di Natale anticipata

Si è parlato molto in questi giorni dell’orario della messa della Vigilia di Natale. E Papa Francesco, fissandola alle 19,30 si è così adeguato alle direttive del governo in tema di Covid. Si sa che dal 21 dicembre fino al 6 gennaio ci saranno nuove restrizioni per evitare assembramenti, riunioni durante le festività natalizie.

Il giorno dell’Immacolata, affacciandosi dal palazzo apostolico per la recita dell’Angelus, Francesco ha insistito nel trasmettere ai cattolici un messaggio di buon senso, spiegando che, quel giorno, per evitare assembramenti aveva evitato di andare in Piazza di Spagna il pomeriggio. Aggiungendo che alle direttive delle autorità bisogna non disubbidire. Cosa che Bergoglio ha fatto puntualmente anche con la messa di Natale, forse per mettere fine a tante polemiche sulla anticipazione del rito del 24 dicembre. Sicuramente un modo per dare per primo il buon esempio.

Il 25 dicembre, invece, Papa Francesco terrà la benedizione urbi et orbi di Natale, il 26 dicembre è previsto l’Angelus dedicato a Santo Stefano, il primo martire. Il 31 dicembre la messa pomeridiana (a porte chiuse) per il Te Deum di fine anno. Infine il primo dell’anno è prevista la messa a san Pietro per la pace nel mondo e il 6 gennaio quella dell’Epifania.

continua a leggere su Teleclubitalia.it