giugliano leoncino

GIUGLIANO. Non è più intubato Mimmo Leoncino, l’uomo che è ricoverato all’ospedale di Mantova Carlo Poma dopo il viaggio della speranza fatto in auto da Giugliano.

Il 59enne è ricoverato già da diversi giorni ma ora ha lasciato la terapia intensiva. Il motivo per cui il figlio Ruben decise di trasportarlo lì era per tentare la cura al plasma. E questo tipo di terapia è stata somministrata all’uomo sin da subito.

Giugliano-Mantova, le condizioni del 59enne ricoverato

Ora finalmente il 59enne giuglianese non è più intubato e le sue condizioni sarebbero in miglioramento. Ma la situazione è comunque delicata e da tenere sotto osservazione. I medici, come riferì il figlio, fanno un bollettino quotidiano alla famiglia che ovviamente non può essere lì in ospedale.

I primi giorni del ricovero non sono stati semplici nonostante la cura al plasma. L’uomo giunse all’ospedale di Mantova dopo un viaggio di 700 km attaccato a una bombola d’ossigeno in auto perchè la sua saturazione non era ottimale. Giunti in ospedale, il 59enne fu immediatamente ricoverato in terapia intensiva.

L’intervista al figlio Ruben

continua a leggere su Teleclubitalia.it