Se la seconda ondata ha sommerso come una valanga gli ospedali campani, costringendo il personale sanitario a fare turni massacranti per assistere e curare i pazienti covid. Al San Giuliano di Giugliano si cerca non solo di combattere in prima linea l’emergenza sanitaria, ma anche di assicurare l’assistenza ai pazienti affetti da altre patologie.

Giugliano, il professor Gombos elogia il San Giuliano: “Una vera eccellenza sanitaria”

Nella giornata di ieri è arrivato un elogio al pronto soccorso e al reparto di cardiologia del nosocomio giuglianese da parte del presidente dell’ordine dei medici e degli odontoiatri di Napoli e provincia a seguito di una lettera di ringraziamento di Fernando Gombos, medico chirurgo e professore ordinario di ondontostomatologia della seconda università di Napoli.

La missiva è stata poi inviata anche al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Il 27 ottobre ho accusato dispnea con affanno da minimo sforzo fisico – scrive il professor Gombos – e mi sono recato al pronto soccorso dell’ospedale San Giuliano. Sono stato accolto con grande professionalità, sono stato sottoposto ai test rapidi e al tampone e allo stesso tempo mi hanno fatto tutti gli esami cardiologici”.

Dopo l’esito negativo del tampone, i medici del San Giuliano hanno sottoposto il professor Gombos ad altri esami clinici. “L’assistenza è stata continua e professionale. Una vera e propria eccellenza sanitaria con professionisti di altissimo valore dai volti sconosciuti perché protetti dalle mascherine ma dall’ingegno e da un amore vero per chi è sofferte e ha bisogno di aiuto”, conclude nella lettera Gombos.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it