Fermati due ragazzi, uno dei quali minorenne, per la morte di Simone Frascogna, il giovane di 19 anni ucciso a coltellate ieri sera sul corso Umberto I a Casalnuovo, in provincia di Napoli.

Omicidio Casalnuovo, fermati 2 ragazzi: uno è minorenne

A darne notizia è Fanpage.it. Grazie alle telecamere di videosorveglianza della zona, i militari sono riusciti a rintracciarli.  Intanto, ancora grazie agli occhi elettronici, emergono nuovi particolari sull’aggressione sfociata in omicidio.

Ieri sera Simone era uscito con un amico di un anno più piccolo, era già sulla via del ritorno a casa. Una prima telecamera riprende l’automobile del 19enne in via Vittorio Emanuele, mentre procede a velocità media. L’auto degli aggressori, una Smart, compare subito dietro e comincia a seguirla.

Le altre immagini acquisite dai Carabinieri è quella installata sul corso Umberto I. All’attenzione degli investigatori una cinquantina di secondi di video. Si vede la prima automobile, quella guidata da Simone Frascogna, che accosta sul lato della strada.

La Smart la supera e accosta a sua volta subito più avanti, come in un normale parcheggio. Scendono tre giovani, non è chiaro se un quarto sia rimasto in automobile. E parte subito l’aggressione: i tre si avvicinano all’automobile di Simone, il 19enne e l’amico 18enne scendono e comincia la rissa. Simone si accascia improvvisamente a terra tenendosi la mano sul fianco, mentre gli aggressori si infilano nella Smart e fuggono via.

Il 19enne viene ferito da 4 coltellate, tutte tra addome e torace; l’amico è stato pugnalato due volte al fianco. Simone Frascogna muore durante il trasporto in ospedale, mentre l’amico 18enne viene medicato al Cardarelli e dimesso in giornata. L’ipotesi al vaglio degli investigatori è che Simone e l’amico avessero litigato con gli altri ragazzi poco prima, motivo per cui i carabinieri stanno cercando altre prove anche in altre telecamere della zona.

continua a leggere su Teleclubitalia.it