I cittadini residenti in altre regioni potranno raggiungere la Campania e spostarsi tra le province della regione. E non solo: anche chi ha necessità di raggiungere altre regioni italiane o straniere.

Lo fa sapere l’Unità di Crisi della regione Campania attraverso una nota stampa con cui chiarisce uno dei punti della nuova ordinanza firmata dal governatore campano, Vincenzo De Luca.

Resta bloccata la mobilità interprovinciale (cioè tra Napoli, Salerno, Avellino, Benevento, Caserta) per i cittadini campani. Sono consentiti esclusivamente spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, familiari, scolastiche, di formazione o per motivi di salute e giustificati mediante modulo di autocertificazione. Il provvedimento entrerà in vigore domani e sarà valido fino al 13 novembre.

Con la nuova ordinanza, il presidente della Regione Campania limita anche gli orari di uscita e di apertura degli esercizi commerciali. Fino all’adozione di un nuovo DPCM, tutte le attività commerciali, sociali e ricreative devono chiudere dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo e i clienti devono rientrare a casa entro le ore 23.30.

Campania, divieto di mobilità interprovinciale: ecco chi può spostarsi

“La disposizione non si applica ai cittadini abitualmente residenti o domiciliati in altre regioni, né al transito necessario allo spostamento dei cittadini campani verso altre regioni italiane o straniere”, si legge nella nota.

“Nelle attività di “formazione” che legittimano gli spostamenti,  sono inclusi l’attività formativa, di training, nonché gli allenamenti connessi ad impegni correlati a competizioni consentite dalle disposizioni vigenti. Ogni specifico motivo dello spostamento dovrà essere autocertificato sotto responsabilità personale dell’interessato o, in caso di minori, dell’accompagnatore maggiorenne”, conclude.

continua a leggere su Teleclubitalia.it