Verona. Si sono vissuti momenti di terrore nella prima mattinata di oggi, a Verona, in via San Giovanni in Valle. Un’improvvisa esplosione ha distrutto un appartamento al piano terra di un edificio del quartiere Veronetta provocando due feriti e diversi contusi.

Erano circa le 8 quando l’esplosione ha fatto tremare le case. Il violento botto fortunatamente non ha causato crolli all’interno dello stabile ma innescato un incendio che ha completamente distrutto il piano terra e danneggiato gli altri appartamenti ai piani più alti.

Il ferito più grave è l’unica persone che si trovava nell’appartamento e che è rimasta ustionata dalle fiamme. L’uomo è stato soccorso dai pompieri e poi trasportato d’urgenza al Centro ustioni dell’ospedale di Borgo Trento dove ora è ricoverato in gravi condizioni. Tra i feriti anche un’altra persone che è rimasta intossicata dal fumo perché era a letto impossibilitata a muoversi; mentre altri quattro residenti hanno riportato lievi ferite.

I vigili del fuco intervenuti sul posto hanno dovuto evacuare l’intera palazzina, composta da 8 unità abitative divise in 4 pani. Due appartamenti sono stati dichiarati inagibili ma danni sono stati riscontrati in tutti gli altri. Dai primi riscontri l’esplosione sarebbe dovuta a una fuga di gas. Testimoni hanno riferito di avere avvertito un forte odore di gas già alle 7 del mattino. Alcuni residenti – secondo quanto riporta il quotidiano L’Arena – hanno riferito che si tratterebbe di atto volontario di un inquilino che aveva ricevuto un ultimatum di sfratto l’altra sera. In corso le indagini da parte dei carabinieri.

Fonte immagine: L’Arena



continua a leggere su Teleclubitalia.it