Erano le 12 e 30 quando l’autobus ha travolto e ucciso Thomas De Cicco. Il piccolo di 4 anni di Castagneto Carducci era in sella a alla sua bici quando è sbucato in mezzo alla strada nell’attimo esatto in cui stava sopraggiungendo il mezzo pesante.

Castagneto, così è morto Thomas De Cicco

Il bimbo era in compagnia della mamma, Deborah. Erano diretti al centro del paese per prendere il fratellino più grande all’uscita di scuola. Il bimbo però sarebbe sfuggito al controllo della mamma, dal marciapiede di via Mazzini sarebbe sgusciato tra le auto parcheggiate finendo in strada, senza accorgersi dell’arrivo dello scuolabus. L’impatto è stato inevitabile. Il piccolo è finito schiacciato dalle ruote posteriori del mezzo.

L’autista si è subito fermato – come spiega La Nazione – e ha cercato di prestare subito i primi soccorsi. Ma neanche i sanitari del 118 hanno potuto salvare la vita del piccolo. I tentativi di rianimazione sono andati avanti per diversi minuti, senza successo. Le lesioni riportate da Thomas erano troppo gravi e il bimbo è spirato sotto gli occhi increduli della mamma, Deborah. Sotto choc il conducente dello scuolabus, ricoverato in stato confusionale all’ospedale di Cecina. Il pulmino viaggiava a velocità molto ridotta e si è fermato subito. Le indagini sono affidate alla Polizia municipale di Castagneto.

Il bimbo viveva a Donoratico, frazione di Castagneto. Era nato a Poggibonsi. La notizia della sua morte ha gettato nello sconforto l’intera comunità del piccolo centro in provincia di Livorno. Condoglianze espresse anche dalla sindaca, Sandra Scarpellini.

Foto di Thomas: Il Tirreno



continua a leggere su Teleclubitalia.it