incidente fratellini

Non ce l’hanno fatta Carlo e Veronica Di Bernardo, i due fratelli motociclisti coinvolti nell’incidente stradale avvenuto alle 17 di giovedì 10 settembre in strada Biandrate, davanti alla sede del corriere espresso Fedex-Tnt. Dopo l’impatto, erano stati ricoverati in gravissime condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Maggiore di Novara, dove sono morti nella notte.

Muoiono due fratellini

Carlo avrebbe compiuto 19 anni il prossimo ottobre. La sorella Veronica aveva terminato il terzo anno all’istituto tecnico per ragionieri Mossotti di Novara e si apprestava a riprendere il percorso di studio. I due fratelli Di Bernardo abitavano con papà Giuseppe, mamma Katiuscia e nonna Lina a Casalbeltrame. Nel giorno delle esequie, che verranno celebrate in data da destinarsi, il sindaco di Casalbeltrame Claudia Porzio decreterà il lutto cittadino.

La ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione dell’incidente ieri i due fratelli, in moto, hanno tamponato un furgone che, fermo in mezzo alla carreggiata, stava girando a sinistra, al confine tra Novara e San Pietro Mosezzo. Sono stati sbalzati violentemente nella corsia opposta mentre stava arrivando un’altra vettura che non ha fatto in tempo a fermarsi e ha travolto la moto.

Erano originari del casertano

I due giovanissimi appartenevano ad una nota famiglia di Capodrise, nel casertano. Le vittime, infatti, sono i figli del fratello di Pietro Di Bernardo, ex assessore comunale a Capodrise e primo assistente di Nicola Caputo, che ha voluto ricordare con parole dolcissime i due nipotini scomparsi tragicamente: “Solo l’amore ci permetterà di evolvere il dolore della perdita in un amore ancora più grande. Credo che non guarderò più un tramonto senza pensare a voi. Buon viaggio miei dolci angeli”.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it