salumeria coronavirus napoli ok

Coronavirus in una salumeria del centro storico a Napoli. Un dipendente dell’attività commerciale di Salvator Rosa è risultato positivo dopo una settimana dal primo e unico giorno di lavoro post-ferie, è ricoverato al Cotugno, “e le sue condizioni sono piuttusto serie”, fa sapere la Asl. La notizia è riportata da Il Mattino.

La Asl Napoli 1 è al lavoro per una “indagine ispettiva in corso”. C’è preoccupazione tra i residenti della zona che frequentano la salumeria. I sanitari hanno effettuato negli ultimi giorni diverse ispezioni. La salumeria, che ieri mattina ha svolto una nuova sanificazione, allo stato attuale non è stata comunque chiusa dall’Autorità sanitaria. Sarebbero state fatte tre santificazioni in pochi giorni.

L’Asl ha confermato che “C’è in corso una attività ispettiva per quanto riguarda l’esercizio commerciale di Salvator Rosa – spiegano dall’azienda sanitaria locale – Le indagini sono tutt’ora in corso, e il dipendente infetto si trova al Cotugno”.

“I cittadini sono spaventati – commentava prima dell’aggressione subita Francesco Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, il primo ad aver allertato tra i primi le autorità mediche – Per fortuna la Asl è intervenuta tempestivamente. Bisogna evitare la diffusione del panico in un luogo ad altissima densità abitativa come via Salvator Rosa. E allo stesso tempo bisogna garantire con la massima certezza che il virus non abbia generato un focolaio nel quartiere. Sono tanti i datori di lavoro che in questo momento affrontano problemi simili. Quello che conta è fronteggiare il virus con la massima trasparenza e con la massima celerità senza cedere né al negazionismo né alla psicosi. Locali e negozi non possono permettersi comportamenti superficiali e irresponsabili, hanno una grande responsabilità nei confronti della collettività, poiché sono luoghi pubblici, e cioè più a rischio degli altri”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it