lite scogli napoli via nisida 24 anni

Spinge l’amica sugli scogli e la riduce in fin di vita. In manette Gennaro M., un 24enne napoletano, incensurato. Il giovane deve rispondere di tentato omicidio. A bloccarlo i carabinieri del nucleo Radiomobile di Napoli intervenuti in via Nisida, a Bagnoli.

Napoli, spinge l’amica sugli scogli al termine di una discussione e la riduce in fin di vita: arrestato

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, il 24enne avrebbe spintonato un’amica 22enne, residente a Caserta, durante una discussione. La giovane è caduta sugli scogli ed è poi finita in mare. Secondo una prima ricostruzione, i due stavano discutendo sul muretto quando gli animi si sono accesi. Dalle parole si è passati ai fatti, l’aggressore l’ha spintonata mentre era seduta sul muro e l’ha fatta precipitare giù.

La ragazza ha prima sbattuto violentemente la schiena sulla scogliera e poi è caduta in mare bevendo molta acqua, fin quasi ad annegare. A tirarla fuori due persone che avevano assistito alla scena e si sono tuffate per salvarla. I carabinieri, insieme ad un equipaggio del 118, allertati dai presenti, avevano appena terminato un altro intervento poco distante e si sono immediatamente precipitati sul luogo della tragedia.

La vittima dell’aggressione è ora ricoverata presso il secondo Policlinico di Napoli in prognosi riservata e in pericolo di vita. Il 24enne è invece finito in carcere dopo l’arresto in flagranza, in attesa di giudizio.

Immagine: archivio



continua a leggere su Teleclubitalia.it