Esine Giulia Vangelisti claudia marioli

Brescia. Schianto terrificate sulla statale 42 fra Boario ed Esine, 2 morti e 5 forti. Un incidente terribile e una scena apocalittica a cui hanno assistito gli operatori delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco in provincia di Brescia dopo un terribile incidente avvenuto nella serata di ieri, 29 maggio, intorno alle ore 22.30.

Esine, i fatti

La dinamica e cause sono ancora tutte da ricostruire da parte delle forze dell’ordine. Nel terribile impatto sono state coinvolte un’Opel Corsa a bordo della quale c’erano le due giovani e un’Audi con altre cinque persone. Secondo i primi elementi forniti dalla Polizia stradale di Brescia le due a bordo della Opel stavano viaggiando da Breno verso Darfo. Dal senso opposto, invece, si stava muovendo l’Audi. Tra lo svincolo di Boario e un’area di servizio pare che la seconda auto, forse per l’alta velocità, ma anche per l’asfalto reso viscido dalla pioggia che stava iniziando a cadere, avrebbe invaso la corsia di marcia opposta lungo il rettilineo. E l’impatto tremendo con l’utilitaria è stato inevitabile.

inlineadv

Esine, le vittime

Per le due giovani non c’è stato nulla da fare. Giulia Vangelisti, di 21 anni, e Claudia Marioli, di 20 anni sono morte sul colpo. Sull’altra viaggiavano cinque operai di origine albanese che tornavano da un turno lavorativo. Due di loro sono in condizioni gravi.

Le indagini

Sul posto sono arrivate ambulanze da Esine, Darfo, Berzo Demo, Breno, l’eliambulanza di Brescia e Como, l’auto medica. Ai vigili del fuoco di Darfo e Breno il compito di estrarre i feriti dalle auto ridotte ad un ammasso di lamiere. Alcuni sono stati trasferiti all’ospedale di Esine, i meno gravi, altri nei nosocomi cittadini. La Polstrada di Darfo è invece impegnata nei rilievi di legge che permetteranno, insieme al racconto dei testimoni, di ricostruire la dinamica del drammatico schianto.

related