Dramma a Gragnano, in provincia di Napoli. Una lite tra ragazzini è finita in tragedia: morto un ragazzino di 16 anni. La vittima si chiama Nicolas Martino. L’amico, 30 anni, Carlo Langelotti, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Leonardo di Castellammare.

Gragnano, lite tra ragazzini finisce nel sangue: morto 16enne

La tragedia si è consumata nella notte in circostanze ancora da chiarire. Secondo la prima ricostruzione, una lite tra giovanissimi è degenerata in violenza. Dalle parole si è passati ai fatti e sono spuntati i coltelli. Il 16enne ha avuto la peggio mentre l’amico, Carlo Langelotti, ha riportato gravissime ferite. Ed è stato proprio il 30enne, a bordo di un’Audi Q3, a trasportare il 16enne in ospedale. Per il più piccolo però non c’era più niente da fare. Langelotti, invece, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

inlineadv

Sul caso indagano i poliziotti del commissariato di Castellammare di Stabia. In corso i rilievi in via Vittorio Veneto a Gragnano. Ancora ignoto il movente che ha scatenato la rissa. Una lite finita male o gli aggressori si sono mossi per uccidere? Al momento non si esclude nessuna ipotesi e si indaga sul passato dei due giovani oltre che delle rispettive famiglie. Secondo Cronache della Campania, il 16enne ammazzato appartiene a una famiglia criminale, sarebbe il nipote del boss Nicola Carfora detto o’ fuoco.

Immagine: archivio

related