apertura negozi 4 maggio

Apertura negozi 4 maggio Fase 2. Mancano ancora una settimana alla famosa data del 4 maggio. Come ha annunciato il premier Conte nella sua ultima diretta di oggi 26 aprile, si potrà iniziare a ripartire con la cosiddetta “Fase 2”. Dopo una probabile apertura prevista il 27 aprile per le attività “a basso rischio” come aziende della moda, mobilifici, cantieri edili e settore automotive, il 4 maggio sarà il turno delle attività di estetica. Potranno quindi tornare al lavoro parrucchieri, tatuatori ed estetisti che lavoreranno, però, solo su appuntamento e utilizzando dispositivi e misure anti-contagio simili a quelli del settore sanitario.

Potrebbe anche interessarti >> Coronavirus, nuovo decreto aprile 2020 e Italia in “Fase 2” dal 4 Maggio

inlineadv

Misure in vigore dal 4 maggio

Fino al 18 maggio avremo conferma per le misure di distanziamento. Spostamenti all’interno della regione per esigenze lavorative, motivi di necessità aggiungiamo possibilità di spostamenti mirati per far visita a congiunti. Si alle visite mirate fatte nel rispetto delle distanze con mascherine e divieto di assembramento. No a party, feste o ritrovi di famigli.

Nelle regioni c’è il divieto di spostarsi con mezzi in una regione diversa rispetto a quella in cui si trovano. Tra le regioni è consentito solo trasferimento per esigenze lavorative e motivi di salute. Consentito rientro al proprio domicilio. Chi presenta sintomi da febbre 37.5 e infezione respiratoria devono rimanere al proprio domicilio e avvertire medico. Consentiamo accesso a parchi, ville, giardini pubblici ma con misure contingentate per gli ingressi.

Attività sportiva

Per quanto riguarda l’attività sportiva allenteremo ancora un pò le restrizioni. Ci si può allontanare dalla propria abitazione rispettando distanza di 2 metri. In caso di attività motoria basta un metro.

Funerali

Consentiti con partecipazione di congiunti fino a massimo di 15 persone con funzioni all’aperto e con mascherine rispettando il distanziamento sociale.

Cibo e asporto

Consentiamo dal 4 maggio l’attività di ristorazione con asporto. Si entra uno alla volta e il cibo si consuma a casa o in un ufficio.

Attività produttive

Riapre la manifattura, settore costruzioni, commercio all’ingrosso e manifattura funzionale.

Coronavirus, la situazione

Abbiamo predisposto meccanismo elaborato in cui le regioni con cui collaborazione dovrà essere integrata dovranno informarci sull’andamento della curva epidemiologia e situazione di adeguatezza del sistema sanitario regionale.

Aperture dal 18 maggio

Commercio al dettaglio, musei, mostre e biblioteche.

Aperture 1 giugno

Dal 1 giugno vorremmo riaprire bar, ristorazioni, parrucchieri, centri estetici, centri di massaggio.

related