Coronavirus, la Protezione civile: “37.860 casi positivi, solo oggi 689 guariti e 627 morti”


Continua a salire il numero di casi di coronavirus nel nostro Paese. I casi positivi sono 37.860, di queste 10985 sono in isolamento senza sintomi o con una lieve sintomatologia. In terapia intensiva, invece, ci sono 2655 persone, pari al 7% delle persone positive al virus. Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile Complessivamente ci sono 47.021

Coronavirus, la Protezione civile: “37.860 casi positivi, solo oggi 689 guariti e 627 morti”

Continua a salire il numero di casi di coronavirus nel nostro Paese. I casi positivi sono 37.860, di queste 10985 sono in isolamento senza sintomi o con una lieve sintomatologia. In terapia intensiva, invece, ci sono 2655 persone, pari al 7% delle persone positive al virus.

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile

Complessivamente ci sono 47.021 persone che hanno contratto il Covid-19, se nel conto vengono considerati anche i guariti e i morti. Un dato preoccupate è quello che riguarda le morti: solo oggi si sono verificati 627 decessi da Coronavirus, in totale 4.032. Le persone guarite, invece, sono 5129 al momento in Italia, solo oggi 689.

Il bollettino dei contagi, come di consueto, è stato fornito dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli durante la conferenza stampa.

300 medici in arrivo

Il commissario dell’emergenza Coronavirus ha riferito, inoltre, che al momento la Protezione Civile sta lavorando con il Ministro Boccia, il Ministero dell’Economia e Finanze e i presidenti di regione per “chiudere l’ordinanza per costituire la task force dei medici, dei 300 medici che metteremo a supporto della realtà regionali e sanitarie che ne hanno bisogno. Credo che entro stasera daremo forza a questa task force”.

Fake news in rete

Poi, Borrelli ha smentito alcune fake news che circolano in rete: “Voglio smentire che il dipartimento si sarebbe preparando per dichiarare condizione di contenimento di tutto il paese entro la metà di aprile, sono fake news che devono essere puniti. Devono essere individuati coloro che li mettono in rete”.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.