Esercito in Campania, in arrivo il primo contingente


Alcuni contingenti dell’Esercito sono in arrivo in Campania per affiancare le Forze dell’Ordine nei controlli sul territorio necessari per il rispetto dei divieti sanciti dalle ordinanze nazionali e regionali. Esercito in Campania, in arrivo il primo contingente Complessivamente saranno impegnate 100 unità per questa prima fase. Poi si procederà a una programmazione più organica. Lo

Esercito in Campania, in arrivo il primo contingente

Alcuni contingenti dell’Esercito sono in arrivo in Campania per affiancare le Forze dell’Ordine nei controlli sul territorio necessari per il rispetto dei divieti sanciti dalle ordinanze nazionali e regionali.

Esercito in Campania, in arrivo il primo contingente

Complessivamente saranno impegnate 100 unità per questa prima fase. Poi si procederà a una programmazione più organica. Lo ha comunicato questa mattina al Presidente Vincenzo De Luca il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Per definire nei dettagli l’organizzazione della missione, si riunisce oggi il Comitato per l’ordine e la Sicurezza pubblica con i Prefetti della Campania interessati.

Il colloquio con il premier

Recentemente Vincenzo De Luca ha avuto un colloquio telefonico con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Il contributo delle Forze Armate servirà ad assicurare il rispetto delle ordinanze che hanno l’obiettivo del contenimento del contagio da Covid-19, e ciò avverrà nelle aree che di volta in volta verranno individuate e segnalate nella nostra regione.

“Sarà un contributo importante, con grande misura ed equilibrio – aveva dichiarato De Luca – ma anche con determinazione. Non è possibile estendere il servizio all’intero territorio italiano, ma vi sono aree in cui è necessario dare un segnale di fermezza e anche di repressione rispetto a comportamenti irresponsabili”.

Richiesta al governo

Il presidente della Regione già la scorsa settimana aveva fatto sapere di aver inoltrato la richiesta al governo proprio per controllare maggiormente il territorio, evitare assembramenti e soprattutto che la gente esca di casa senza un motivo di necessità che sia di salute, lavoro, fare la spesa o recarsi in farmacia, come stabilito dai decreti della Presidenza del Consiglio dei ministri. 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.