Gregoretti, il Senato vota sì al processo a Salvini

Gregoretti, il Senato vota sì al processo a Salvini

Il senato si è espresso. Sono almeno 150 i senatori favorevoli al processo a Salvini sul caso Gregoretti, la vicenda che ebbe protagonisti 131 migranti, rimasti per 4 giorni sulla nave militare prima dello sbarco ad Augusta il 31 luglio 2019.

Le votazioni sono ancora in corso e saranno aperte fino alle 19. La maggioranza – eccetto 5 voti – si è espressa a favore per l’autorizzazione a procedere. Ovvero Pd, M5s, Leu e Italia Viva ha respinto l’ordine del giorno presentato da Forza Italia e FdI contro il processo per l’ex ministro dell’Interno.

L’intervento di Salvini in aula

Salvini ha esordito contestando il fatto che i banchi del governo fossero vuoti. La presidente del Senato Elisabetta Casellati nella seduta odierna ha spiegato al leader della Lega che “non era prevista la presenza dell’esecutivo”.

Salvini ha, inoltre,aggiunto: “La difesa della patria è un sacro dovere, ritengo di aver difeso la mia patria, non chiedo un premio per questo ma se ci deve essere un processo che ci sia. In quell’aula non andrò a difendermi ma a rivendicare quello che, non da solo, ma collegialmente abbiamo fatto”.

“C’è bisogno di una cavia? Eccomi – ha detto Salvini. – L’unica mia preoccupazione non è per me: mi spiace per quello che i miei figli domani leggeranno sul giornale”. Poi, si è rivolto alla maggioranza: “State tenendo ostaggio l’Italia procrastinando sempre: questo è sequestro di persona. Decidete sulla gronda, sul Mes, sulle autostrade, sulla giustizia, fate qualcosa e se saremo d’accordo voteremo a favore. Da sei mesi state paralizzando l’Italia litigando su tutto, tranne che sul cattivo Salvini”.

Salvini “porta” i figli in aula

L’ex ministro dell’Interno menziona i figli in aula e afferma di essere molto preoccupato per loro. Dai banchi del Senato, però, non sono mancate le critiche: “Chi borbotta contro di me non ha ricevuto, come me, un messaggio oggi con scritto: ‘Forza papà!’. Allora lei taccia! Taccia per rispetto per mio figlio non per me. Portate rispetto a due ragazzi che vanno a scuola e non rispondono delle accuse al padre”, ha detto Salvini.

Il voto del Senato sarà ufficializzato in serata perché le urne resteranno aperte fino alle 19. In caso di condanna il leader della Lega ischia pene che vanno dai sei mesi ai 15 anni, a seconda dell’interpretazione che il giudice darebbe in caso di condanna nell’eventuale processo.

 



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.