Caserta, due rapine in poche ore: ostaggi alle Poste. Città blindata

Caserta, due rapine in poche ore: ostaggi alle Poste. Città blindata

CASERTA. Due colpi in poche ore. Mentre le forze dell’ordine sono impegnate nella ricerca della banda che alle 8 ha colpito l’ufficio postale di Corso Giannone, poco fa un’altra rapina all’ufficio di via Staturano. Il secondo colpo alle 11.30.

Quello di stamane alle 8 è stato probabilmente fatto da “professionisti del mestiere”. Una rapina con ostaggi questa mattina ha seminato il panico a Caserta, in pieno centro. A essere preso di mira l’ufficio postale di Corso Giannone.

La dinamica della rapina

In quattro hanno fatto irruzione all’interno dell’ufficio e hanno tentato di rapinare contanti che erano in cassaforte. Poi si sarebbero dati alla fuga pare attraverso le fogne. La banda sarebbe sbucata da un tombino presente all’interno delle Poste. La gang ha preso in ostaggio direttore e dipendenti e ha atteso che la guardia giurata varcasse la soglia dell’ufficio postale con la valigetta blindata che conteneva il denaro per il pagamento delle pensioni previsto il primo giorno di ogni mese. Poi la fuga, sempre attraverso le fogne.

E’ caccia alla banda

E’ immediatamente scattata la caccia all’uomo da parte di polizia e carabinieri. Anche la Reggia di Caserta viene setacciata con il suo parco in quanto c’è un ingresso da corso Giannone ed è possibile che i rapinatori abbiano potuto imboccare tale ingresso. Non ci sarebbero persone ferite. Non si conosce ancora l’importo sottratto ma numerosi sono i disagi arrecati agli utenti che questa mattina dovevano ritirare la pensione o effettuare operazioni all’ufficio di Corso Giannone.

Relativamente alla seconda rapina non si conosce il bottino.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.