Giugliano, vietati dalla Questura funerali pubblici di Feliciano Mallardo

Giugliano, vietati dalla Questura funerali pubblici di Feliciano Mallardo

GIUGLIANO. Dovevano tenersi questo pomeriggio i funerali di Feliciano Mallardo, fratello dei capi clan di Giugliano morto ieri a seguito di un malore. Nel pomeriggio di ieri, però, è arrivata la comunicazione da parte della Questura che annulla le esequie e ordina di svolgere un rito in forma privata. 

Secondo le forze dell’ordine il motivo del divieto di esequie in forma pubblica e solenne è dato dal garantire l’ordine e la sicurezza pubblica. La questura ha così ordinato un rito in forma privata solo con i familiari.

Mallardo è stato trovato ieri senza vita all’interno della sua auto vicino casa. L’uomo sarebbe stato colpito da un malore ma era malato già da tempo. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 ma per lui non c’è stato nulla da fare. Il 59enne, pregiudicato, fu arrestato nel 1985 per 416 bis. Era fratello dei due storici boss del clan Mallardo, Ciccio e Giuseppe, entrambi detenuti. Non era sposato e non aveva figli. Feliciano, quando aveva 7 anni, si trovò ad assistere all’omicidio del padre, ucciso da un commando fuori casa.



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.