Puglia, operaio campano muore folgorato mentre lavora sulla linea ferroviaria: Mario lascia due figli

Puglia, operaio campano muore folgorato mentre lavora sulla linea ferroviaria: Mario lascia due figli

E’ rimasto folgorato mentre lavorava alla linea di contatto della ferrovia sulla tratta per San Vito dei Normanni della linea Lecce-Bari. La vittima si chiamava Mario Cavaliere, 57 anni, originario di Roccagloriosa (Salerno), ma residente a Porta Rossa.

L’operaio mentre era impegnato con i cavi di alimentazione è stato colpito da una scarica elettrica. Il sanitari del 118 non hanno potuto fare nulla per salvare il 57enne mentre i sue suoi colleghi rimasti feriti sono stati trasportati all’Ospedale Perrino di Brindisi.

I tre erano dipendenti di una ditta appaltatrice di Roma, che aveva preso in carico i lavori per conto della Rete ferroviaria italiana. Secondo quanto è emerso, era stata effettuata un’interruzione di corrente nei cavi sui quali la squadra avrebbe dovuto operare, mentre negli altri la corrente continuava a circolare. Cavalieri si trovava nel castello del braccio elevatore che ha toccato proprio uno di questi cavi ed è rimasto folgorato. L’operaio deceduto lascia la moglie ed i suoi due figli.

SEGUI LE NOTIZIE DEL GIORNO

SEGUI LA FANPAGE

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.