Napoli, il papà di Noemi chiede aiuto: “Cure costose”. Accuse dal web: “Non pensare ai soldi”

Napoli, il papà di Noemi chiede aiuto: “Cure costose”. Accuse dal web: “Non pensare ai soldi”

NAPOLI –Abbiamo apprezzato tanta vicinanza – fa sapere papà Fabio al giornale IL MATTINO – ma sarà dura dopo che usciremo dall’ospedale, quando mia figlia avrà bisogno di terapie riabilitative lunghe e costose». “Non lasciateci soli. Quello che ci aspetta dopo è una grande sfida, dato che Noemi dovrà sottoporsi ad una complessa riabilitazione, che sappiamo essere anche molto costosa e noi non possiamo permettercelo.” 

Dopo questa dichiarazione rilasciata dal papà di Noemi, il popolo del web gli si è scagliato contro. In tanti hanno affermato di poter aiutare a sostenere le spese ma non sono mancati i commenti negativi nei confronti di papà Fabio, “accusato” di pensare più ai soldi che alla bambina. “Continua a pregare, non pensare ai soldi”, qualcuno gli scrive; “chiama i calciatori o chiama il sindaco”. Insomma, tanti commenti poco felici che hanno invaso le bacheche dei social.

La piccola Noemi quando uscirà dai reparti dell’ospedale napoletano dovrà affrontare una lunga terapia di riabilitazione per ritornare una “bambina normale.”

Intanto dal Santobono arriva qualche rassicurazione. L’ospedale si sarebbe già mosso per farsi carico delle terapie riabilitative per la piccola.

 

 

 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.