morte alessandra madonna richiesta condanna giuseppe varriale

Arriva la richiesta di condanna della Procura di Napoli Nord contro Giuseppe Varriale, il ragazzo accusato dell’omicidio della sua ex, Alessandra Madonna, la 24enne trascinata e uccisa in via Pavese a Mugnano al termine di una discussione. Il pubblico ministero chiede trent’anni di reclusione per il giovane.

La requisitoria si è tenuta questa mattina al tribunale di Napoli Nord. L’accusa della pubblica accusa è gravissima: omicidio volontario. Secondo la tesi dell’organo inquirente, Varriale, già agli arresti domiciliari, avrebbe ucciso volontariamente la ragazza melitese. Nessuna preterintenzione, nessuna colpa. Ma dolo. Interrogato, Varriale ha però confermato la sua versione: non voleva uccidere Alessandra e non riesce a darsi ancora una spiegazione di quanto accaduto quella notte.

Tensione intanto tra i familiari presenti in Tribunale. I genitori di Alessandra sono stati tenuti fuori dall’aula: il processo infatti si è tenuto a porte chiuse per scelta del giudice che celebra il rito abbreviato. Gli avvocati della difesa sono Alessandro Caserta, Giovanbattista Vignola e Celestino Gentile. La prossima udienza si terrà il 27 novembre.

continua a leggere su Teleclubitalia.it