“Stefano Feniello morto all’Hotel Rigopiano”. Il suo corpo sotto la neve

“Stefano Feniello morto all’Hotel Rigopiano”. Il suo corpo sotto la neve

Secondo il quotidiano La Stampa Stefano Feniello è morto. Il 28enne segnalato tra i sopravvissuti dell’Hotel Rigopiano è stato poi dato di nuovo come disperso.

Com’è morto Stefano

Sempre secondo quanto riporta il quotidiano torinese, Stefano Feniello sarebbe stato colpito da una trave che si è staccata dal soffitto e lo ha colpito al petto. Al momento della valanga era con la fidanzata Francesca Bronzi nella sala camino. Sarebbe morto lentamente, dopo aver perso conoscenza, davanti a Francesca, che lo teneva per mano e si rendeva conto che il suo ragazzo diventava sempre più freddo.

Francesca avrebbe quindi assistito alla morte in diretta di Stefano sotto le macerie dell’Hotel Rigopiano a Farindola. Tuttavia, forse complice il freddo e le condizioni estreme in cui ha trascorso le ore precedenti al suo salvataggio, non se ne sarebbe resa conto. Quando i soccorritori dei vigili del fuoco sono entrati dentro hanno capito che quel giovane uomo non poteva essere trasportato, salvato. Le notizie su di lui sono state contraddittorie fino a ieri pomeriggio, facendo infuriare i parenti. E con Francesca che continuava a chiedere come stava Stefano.

Nessuno le dava una risposta, nessuno avere certezze. Anche il padre di Stefano, all’ospedale di Pescara, cercava di avere notizie e veniva tenuto all’oscuro di tutto. A un certo punto si è messo a urlare, a inveire contro il prefetto e tutti i politici, il viceministro Bubbico che in mattinata era venuto a fare una visita in ospedale. “Fanno tutti schifo, vengono a fare la passerella, quel posto a Rigopiano poi doveva essere chiuso, sfollato, li hanno fatti morire lì dentro, sequestrati”.

La smentita della famiglia Feniello

“Invitiamo tutti gli organi di stampa, locali e nazionali a pubblicare solo notizie certe ed ufficiali sulla sorte di Stefano Feniello». A dirlo un familiare del 28enne di Valva sepolto dall’inferno di neve e detriti che ha distrutto l’hotel Rigopiano di Farindola. Non ci sono notizie ufficiali eppure questa mattina il quotidiano la Stampa, in edicola, aveva dato la notizia del decesso di Stefano. Un articolo dettagliato ma che non troverebbe quindi riscontri negli atti ufficiali.

Il giovane di origini campane era in vacanza con la fidanzata, Francesca Bronzi, salvata dai vigili del fuoco. La ragazza gli aveva regalato un viaggio per il suo ventottesimo compleanno. Ma nonostante le smentite e le notizie ufficiose, un dato è certo: il suo corpo non è stato ancora stato recuperato e si sono perse le speranze di ritrovarlo vivo.

LEGGI ANCHE:

LA RABBIA DEL PAPA’: “MA IO A MIA MOGLIE HO FATTO UNA PROMESSA. DEVO MANTENERLA”