trieste trova moglie amante arrestato

Trova la moglie in compagnia dell’amante al rientro in casa. Accecato dalla gelosia, la trascina per i capelli seminuda in strada e la prende a botte. Il consorte, su cui pendeva una condanna, è stato arrestato anni dopo quel brutale episodio. Succede a Trieste.

Trova la moglie in compagnia dell’amante: la trascina in strada e la prende a botte

La vicenda risale a 14 anni fa. L’uomo, di professione muratore, abbandona il cantiere per l’arrivo di un improvviso temporale. Perde la paga, ma può fare rientro prima del tempo e trascorrere la giornata con la moglie. Una volta rincasato, però, trova la cucina deserta. Pensa dunque che la moglie sia uscita per fare spese, finché non sente dei gemiti provenire dalla camera da letto. Lì l’amara scoperta: spalancata la porta, trova la donna in intimità con un altro uomo. Accecato dalla gelosia, il muratore afferra la coniuge per i capelli e la trascina in strada, ancora seminuda. La prende a botte e poi le strappa il cellulare dalle mani per controllare tutti i suoi contatti.

Il ritorno in Italia e l’arresto

Dopo quell’episodio il marito tradito sparisce e va a all’estero per rifarsi un’altra vita.  Tuttavia il segno di quella violenza inaudita è rimasto. I militari del Nucleo Radiomobile di Aurisina, impegnati insieme alle pattuglie dei Carabinieri di Villa Opicina e di Basovizza (Trieste) nei controlli di retrovalico, hanno sottoposto l’uomo a controllo. Dopo 14 anni stava rientrando in Italia per cercare di fare fortuna, ma la sorte gli ha riservato un destino diverso. Sul 44enne, di nazionalità rumena, pende un mandato di cattura. Deve scontare 4 anni e 7 mesi.

Leggi anche: Rompe il rapporto con l’amante, lei si vendica e accoltella lui e la moglie

continua a leggere su Teleclubitalia.it