centro vaccini villaricca

Sono iniziate ormai da qualche settimana le terze dosi del vaccino anti Covid anche nell’Asl Napoli 2 nord ma non a Villaricca. L’hub allestito nella tensostruttura di via Napoli non ha infatti riaperto e ora i cittadini di Villaricca, Qualiano e Calvizzano, over 80 e fragili, sono costretti a recarsi nei centri di Quarto, Mugnano o Lago Patria per ricevere la terza inoculazione. 

Il punto vaccinale villaricchese ha chiuso i battenti dopo che è terminata la ressa del primo round di vaccini e ora non ha ancora riaperto. Questo sta causando diversi disagi alle categorie a cui è rivolta in questa fase la terza dose e cioè anziani e persone fragili che sono così costrette a percorrere diversi chilometri per raggiungere il centro più vicino. 

L’hub villaricchese racchiude ben 3 comuni e dunque interessa una vasta platea di cittadini. “Visto che dobbiamo incrementare le terze dosi è opportuno avere più punti e non troppo distanti – dice il sindaco di Calvizzano Giacomo Pirozzi -. Tra l’altro non vorrei che i miei concittadini debbano ripetere l’esperienza fatta con le prime dosi a Quarto con attese anche di 5 ore. Bisogna garantire ai cittadini una migliore fruibilità”. 

Disagio anche per i cittadini di Qualiano. “Non ci hanno comunicato nulla se non gli hub itineranti che ci sono stati in queste settimane – commenta il sindaco de Leonardis -. La chiusura di Villaricca è però un problema serio soprattutto perché parliamo in questa fase di fasce deboli e quell’hub era posizionato in maniera idonea sia per la popolazione di Villaricca che di Qualiano. Spero si provveda quanto prima a riaprirlo non possiamo creare disagi in questa fase”. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it