Trema ancora la terra. Un terremoto di magnitudo 3.8 nel Mar Adriatico è stato avvertito dalla popolazione lungo le coste pugliesi e molisane.

Terremoto di magnitudo 3.8 in Adriatico, avvertito in Puglia e nel Molise

Secondo l’Ingv, l’evento sismico ha avuto epicentro in mare, al largo dell’Adriatico Centrale, con coordinate geografiche (lat, lon) 42.559, 15.824.

Stando ai dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, la scossa ha avuto un ipocentro ad una profondità di circa 10 chilometri. La scossa è stata avvertita in alcuni casi dalla popolazione lungo le zone costiere delle province di Foggia e Campobasso ma per fortuna non ha causato danni a cose e a persone.

Il sisma è avvenuta in alto mare e non risultano comuni entro i 20 chilometri dall’epicentro. Nelle scorse ore altre due scosse di pari intensità hanno riguardato invece il Tirreno meridionale, proprio davanti alle coste campane dove sono state avvertite distintamente dalla popolazione. In questo caso il primo evento sismico è stato registrato alle 21.12 di mercoledì ha avuto intensità di 3.4 con ipocentro a circa 200 chilometri mentre nella stessa zona un altro sisma ha avuto intensità 3.8 a una profondità di 11 chilometri. In nessun caso si registrano danni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it