Ancora un’aggressione ai danni degli operatori di Striscia La Notizia. Stavolta è Max Laudadio ad essere stato preso a calci, pugni, e bastonate durante la registrazione di un servizio a Varese, insieme ad un cameraman. Entrambi sono finiti in ospedale, per l’inviato del tg satirico sette giorni di prognosi. Al tecnico, invece, è andata decisamente peggio: ha infatti riportato la rottura del naso; se la caverà con 20 giorni di prognosi.

Striscia la Notizia, aggredito l’inviato Laudadio: “Preso a calci, pugni e bastonate”

Il filmato in cui è stata montato il pestaggio andrà in onda, il prossimo 27 settembre, nella prima puntata che aprirà la 35esima edizione del noto programma di Antonio Ricci. Secondo quanto fatto sapere da Canale 5, Laudadio è stato barbaramente picchiato in un parcheggio di Varese, dove stava realizzando un servizio di denuncia contro i gestori che annullavano i ticket dei clienti facendosi pagare in contanti la sosta, alzando la sbarra manualmente, e intascandosi i soldi.

Leggi anche: Licola, Brumotti aggredito nella piazza di spaccio: “La tua vita finisce qui”

L’inviato di Striscia la Notizia ha raccontato dell’aggressione anche sul sito dell’omonimo programma: “Appena arrivato, la gestrice ha cominciato a insultarmi e minacciarmi. Poi ha chiamato il fratello, che senza proferire parola, è partito con una scarica di pugni e calci contro di me e poi contro l’operatore, a cui ha sbattuto violentemente la testa contro il muro”, racconta Laudadio, che continua “il colpo di grazia l’ha dato la signora, che mentre eravamo “impegnati” con il fratello è tornata e con un bastone di metallo e ha rotto il naso all’operatore. Per fortuna, è arrivata la polizia, che ha preso i documenti di tutti e che speriamo dopo questo episodio avvii un’indagine, dato che l’anno scorso era finito tutto in un nulla di fatto”. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it