E’ stato arrestato dai carabinieri travestiti da bagnanti il latitante Luigi Piscopo, 33 anni, originario di Arzano, gravemente indiziato di far parte del clan della “167”, sfuggito al blitz anticamorra dello scorso 25 aprile.

Sessa Aurunca, carabinieri in costume e ciabatte arrestano latitante della 167 in spiaggia

I militari del nucleo investigativo di Castello di Cisterna lo hanno localizzato – e poi arrestato – a Sessa Aurunca, precisamente nella località balneare di Baia Azzurra. In costume e ciabatte, si sono mimetizzati tra i bagnanti e quando Piscopo ha raggiunto la spiaggia insieme alla sua famiglia, a quel punto gli uomini dell’arma sono entrati in azione: lo hanno bloccato e gli hanno applicato le manette ai polsi.

Luigi Piscopo si era reso irreperibile dal 25 aprile scorso, giorno in cui si era sottratto ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito di una operazione che aveva fatto registrare 27 arresti, tra boss e gregari della 167. L’uomo era l’ultimo ad essersi sottratto alla misura cautelare.

continua a leggere su Teleclubitalia.it