reddito di cittadinanza assegno unico pagamenti

Anche nel mese di settembre il pagamento del Reddito di Cittadinanza avverrà in 2 date separate a secondo delle categorie che riceveranno il sussidio. I già titolari della carta del Rdc, riceveranno la ricarica direttamente sul bancomat il 27 settembre. Per tutti quelli che invece hanno effettuato una nuova domanda o il rinnovo del sussidio, riceveranno i soldi il 15 settembre. Dunque per tutti quelli che hanno effettuato la richiesta il mese precedete domani potranno recarsi in posta a ritirare la carta bancomat già carica con i soldi del primo mese

Ricarica Rdc

Ricordiamo che il beneficio deve essere fruito entro il mese successivo a quello di erogazione. L’importo non speso o non prelevato viene sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato. Fanno eccezione gli importi ricevuti a titolo di arretrati.

Come presentare la domanda

La domanda potrà essere presentata attraverso le seguenti modalità:

  • telematicamente attraverso il portale Inps, autenticandosi con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi oppure con la Carta di Identità Elettronica;
  • attraverso l’apposito Portale RdC del Ministero del Lavoro, tramite SPID;
  • presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF);
  • presso gli uffici postali, dopo il quinto giorno di ciascun mese.

Nel frattempo, però, arrivano delle buone notizie per i titolari di RdC: a settembre, insieme al solito pagamento, arriva anche l’integrazione dell’Assegno Unico con tanto di arretrati. Sarà quindi forse una delle mensilità più ricche in assoluto per i percettori di Reddito di Cittadinanza

Che cos’è l’Assegno Temporaneo

L’Assegno Temporaneo è un bonus approvato già nel mese di giugno e diventato effettivo a luglio. Per farne richiesta basta andare sul portale Inps e cliccare sulla sezione dedicata: niente di diverso dagli altri bonus. Questo sussidio è pensato per tutte le famiglie che hanno figli e non ricevono gli Assegni per il Nucleo Familiare.

Come dice la parola si tratta di un bonus temporaneo, infatti durerà fino al 31 dicembre, per poi lasciare spazio in modo definitivo all’Assegno Unico.

La domanda che molti si chiedono è: Reddito di Cittadinanza e Assegno Unico sono compatibili? La risposta è “SI”. Nonostante i molti ritardi, finalmente Inps ha rilasciato una data in cui verranno versati i soldi. La data designata è proprio il 15 settembre, cioè a partire da domani.

L’invito è quello di tenere sotto controllo la propria area personale sul sito INPS in modo da vedere il prima possibile le disposizioni di pagamento e scoprire così se eventualmente sia in arrivo l’importo dovuto oppure no.

Infine, prima di parlare dell’importo di ogni singola mensilità, ricordiamo che i mesi in arretrato di Assegno Unico sono ben due: quindi, oltre a settembre, l’integrazione conterrà anche agosto e luglio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it