rapina casavatore indagini carabinieri

Potrebbe esserci una missione di morte dietro la rapina messa a segno da due uomini a Casavatore nel ristorante un “Posto al Sole” sulla circumvallazione esterna.

I carabinieri del Comando Provincia di Napoli insieme ai colleghi della Compagnia di Casoria e alla tenenza di Casavatore stanno effettuando, in queste ultime ore, centinaia di controlli tra Secondigliano, Arzano e Casoria per dare un volto ai due che nella serata di sabato hanno seminato il panico nel noto locale.

Rapina o missione di morte?

Come anticipa IlMattino, per gli investigatori si tratterebbe di una rapina anomala. Nel raid sono state utilizzate armi pesanti, un kalashnikov e un fucile a pompa. Fucili inusuali per commettere un colpo al chiuso e tra la gente. Un altro elemento che ha destato molta curiosità è stato il vestiario dei due balordi: entrambi avevano un abbigliamento scuro, volto coperto dal passamontagna e stesso modello di scarpe.

Le indagini

Insomma, per chi sta indagando, la rapina potrebbe essere una copertura. I due, come si nota anche nel video che ha fatto il giro del web, pare cercassero qualcuno in particolare. Non trovando l’obiettivo, si sarebbero “accontentati” di portar via qualche costoso Rolex e catenina d’oro strappata ai clienti.

È caccia all’uomo ora in tutta l’area a Nord di Napoli. Indagini serrate per individuare i due responsabili che hanno messo a segno la clamorosa rapina.

continua a leggere su Teleclubitalia.it