alessandro caccavale sparato pontecagnano

E’ entrato nel salone di bellezza richiamato dagli spari. Ha trovato davanti ai suoi occhi una scena agghiacciante: Anna Borsa a terra, in una pozza di sangue. Di fronte a lui il killer, Alfredo Erra, che gli punta una pistola addosso. E’ fuori pericolo di vita oggi Alessandro Caccavale, il giovane ricoverato in gravi condizioni dopo la sparatoria in cui ha perso la vita la 29enne di Pontecagnano Faiano.

Pontecagnano, in gravi condizioni per mano di Alfredo Erra: fuori pericolo Alessandro

Alessandro è la seconda vittima della furia omicida di Erra. L’assassino lo considerava il “rivale in amore” e voleva fare piazza pulita di tutti quelli che considerava i nemici del suo passato. Quando l’ha visto, dopo aver sparato ad Anna, non ci ha pensato due volte e ha puntato l’arma anche contro di lui esplodendo tre colpi, due dei quali hanno raggiunto il giovane. Mentre i giornali battevano la notizia della morte della 29enne, Alessandro veniva caricato in ambulanza e trasferito in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Ruggi di Salerno.

Il personale medico ha ingaggiato una vera e propria corsa contro il tempo per salvarlo. Infatti uno dei proiettili l’ha ferito alla spalla ma l’altro ha raggiunto il polmone, provocando un versamento pneumico e rescindendo l’arteria succlavia. Grazie all’operazione d’urgenza, Alessandro oggi è fuori pericolo. Dopo il lieve miglioramento è stato trasferito presso il reparto di chirurgia d’urgenza: non è più intubato e respira autonomamente.

Il tentato suicidio

Alessandro è accorso nel salone di bellezza, martedì, richiamato dalle urla e dagli spari. Abita infatti lì vicino, nei pressi del negozio. Non è chiaro se fosse il nuovo fidanzato di Anna, ma Alfredo Erra lo riteneva tale, era il bersaglio dei suoi post velenosi e delle su minacce. Una supposizione sufficiente al killer per sparare anche contro di lui. Dopo aver colpito Caccavalle, Erra ha rivolto poi l’arma alla sua tempia e ha provato a togliersi la vita, senza riuscirci. Da lì poi la fuga e la cattura sull’A2 ad opera di una volante della Polizia Stradale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it