Giosy Romano commissario Zes in Campania. Ecco l’ultima indiscrezione che trapela negli ambienti della Regione. La nomina dell’attuale Presidente Asi di Napoli dovrebbe arrivare entro fine anno. Del resto il Ministro per il Sud, Mara Carfagna, intervenendo a Napoli alle scorse elezioni amministrative sottolineò che la scelta fosse in dirittura d’arrivo: “Tra gli interventi destinati al Sud, prima non c’era alcun investimento a favore delle Zes, che io invece considero un’occasione straordinaria per la crescita e lo sviluppo del Sud. Ecco perché abbiamo lavorato tantissimo per inserire questa linea di finanziamento, appositamente dedicata alle Zes, da 630 milioni.

Il Ministro Carfagna (FI): “Il primo commissario Zes in Campania”

Per quel che riguarda la Campania parliamo di 136 milioni, che si aggiungono ai 321 milioni di fondi in favore dei porti. Le Zes – ha ricordato sono state istituite nel 2017 ma, da allora, sono sostanzialmente rimaste un po’ delle scatole vuote e questo oggettivamente era un peccato, un’occasione sprecata. Non ci siamo limitati, quindi, a intervenire con degli investimenti, ma abbiamo agito anche attraverso una riforma della governance: abbiamo previsto un rafforzamento dei poteri del commissario, ci siamo occupati di identificare e definire le linee di finanziamento e i progetti da finanziare, poi ci siamo occupati della riforma per inserire tutto all’interno del Pnrr”. “Adesso è imminente la nomina di alcuni commissari. Credo che il primo che verrà nominato sarà proprio il commissario della Zes campana. Penso che questa sia una buona notizia anche alla luce degli enormi poteri di cui è stato dotato”.

Quali sono le Zone Economiche Speciali in Campania?

Stando alle indiscrezioni raccolte la nomina dovrebbe ricadere proprio sull’ex sindaco di Brusciano, uomo di punta di Mara Carfagna in Campania. Ricordiamo che le Zes (Zone Economiche Speciali) attraverso la cabina di regia regionale rappresentano aree di insediamento produttivo ubicate sul territorio regionale nelle quali rientrano i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia, gli aeroporti di Capodichino e Salerno. Le zone Asi di Acerra, Frattamaggiore, Caivano, Foce Sarno, Marigliano – Nola, Pomigliano D’Arco, Calaggio, Pianodardine, Valle Ufita, Ponte Valentino, Aversa Nord, Marcianise – San Marco, Battipaglia, Fisciano – Mercato San Severino e Salerno. La “struttura” delle Zone Economiche Speciali con a capo il futuro commissario servirà a “presentare” finanziamenti regionali e nazionali per migliorare sul piano logistico e occupazionale le aree interessate. Resta da capire se il leader di “Fare Democratico” rassegnerà le dimissioni da Presidente del Consorzio Asi. Ai posteri l’ardua sentenza.

Di Sossio Barra

continua a leggere su Teleclubitalia.it