È stato accompagnato in un istituto penale minorile il 17enne, accusato di omicidio aggravato avvenuto in rampe San Giovanni Maggiore, a Napoli. Stamattina, all’esito dell’udienza di convalida, il Gip ha disposto per l’adolescente l’applicazione della misura della custodia cautelare presso la casa circondariale minorile.

Napoli, uccide a coltellate sua madre: 17enne finisce in un istituto di pena

Lo scorso mercoledì, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Decumani, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in un’abitazione del centro storico della città partenopea, dopo la segnalazione di una persona ferita che chiedeva aiuto dal balcone.

Leggi anche >> Napoli, rimproverato per la Playstation: così il 17enne ha ucciso la madre

I poliziotti, giunti sul posto, hanno notato, al primo piano dello stabile, un giovane in forte stato di agitazione e con le mani sporche di sangue, il quale ha raccontato che la madre, Filomena Galeone, si era auto-lesionata con un coltello.

Gli operatori, grazie al supporto dei Vigili del Fuoco, sono entrati nell’appartamento dove hanno trovato, riversa sul letto della sua camera, la donna priva di vita e hanno accertato che il giovane, poco prima, l’aveva accoltellata, numerose volte, al culmine di una lite per futili motivi.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it